Protezioni Solari


I RAGGI UV

Il sole e i raggi solari

Il sole è importantissimo per la nostra vita, ci dà luce, calore e benessere. Ma i suoi raggi ultravioletti (raggi UV) comportano anche dei pericoli poiché possono danneggiare la pelle.

Sotto l’effetto dei raggi UVB, l’epidermide si ispessisce e le cellule pigmentate producono melanina, un colorante scuro che dona l’abbronzatura. In questo modo la pelle cerca di proteggersi dalla radiazione UV.

Latte Doposole – Calmante e Idratante
Burro di Karitè, Pantenolo, Aloe
19,90.-

Spray Solare Spf 50
22,40.-

I raggi UVA e UVB sono una delle cause principali del cancro della pelle e la fanno invecchiare precocemente.

Solarium

La pelle viene danneggiata dai raggi UV naturali del sole, ma anche da quelli artificiali del solarium: essi fanno aumentare il rischio di cancro della pelle e accelerano l’invecchiamento della pelle.

Si sconsiglia di frequentare il solarium.


Vitamina D

I raggi UVB stimolano la produzione di vitamina D nella pelle.

La vitamina D viene assunta anche con l’alimentazione, che tuttavia non copre a sufficienza il fabbisogno.

Una quantità sufficiente di vitamina D è necessaria per i muscoli, le ossa e i denti.

L’esposizione ai raggi UV non è però un mezzo adatto per compensare una mancanza di vitamina D poiché i raggi UV sono dannosi.

In caso di carenza o di un fabbisogno più elevato, l’assunzione può avvenire per via orale, per esempio con un preparato in gocce. Una sospetta carenza di vitamina D dovrebbe essere chiarita dal medico.


Perché dobbiamo proteggerci dal sole?

La protezione solare è necessaria per proteggere la nostra pelle dagli effetti nocivi dei raggi solari.

La pelle può essere esposta al sole senza arrossarsi solamente per un certo periodo di tempo.

Ogni arrossamento della pelle indica che c’è stato un danneggiamento. Tuttavia la pelle può anche risultare danneggiata senza che vi sia un arrossamento.

Tutti reagiscono ai raggi del sole, ma in misura diversa.

Tutte le persone devono proteggersi dal sole, che abbiano la pelle chiara o scura.

Si raccomanda di proteggere la pelle con un abbigliamento e un copricapo adeguati e gli occhi con occhiali da sole.

Sulle parti di pelle scoperte va applicato un prodotto solare.

Le persone la cui pelle non si abbronza mai o non senza arrossarsi sono molto sensibili alla radiazione solare e devono proteggersi in modo particolare dai raggi del sole.


PROTEZIONE SOLARE

Quando e che tipo di protezione solare è necessaria?

Spray Solare
Spf 10 – 19,90.-
Spf 20 – 19,90.-
Spf 30 – 21,50.-

All’aria aperta si possono svolgere tante attività del tempo libero che ci fanno sentir bene.

Bastano semplici accorgimenti per proteggersi dal sole.

La protezione solare corretta dipende da diversi fattori, come l’intensità dei raggi UV, il genere di attività, la durata della permanenza al sole nonché la sensibilità della propria pelle.

I principali suggerimenti:

  • Stare all’ombra tra le ore 11 e le 15
  • Indossare cappello, occhiali da sole e indumenti adeguati
  • Applicare un prodotto solare
  • Non andare al solarium

L’ombra

L’ombra è la migliore protezione solare.

È opportuno stare all’ombra soprattutto nelle ore del mezzogiorno, quando la luce solare è più intensa.

Attenzione, l’ombra però non sempre ripara dalla radiazione riflessa, per esempio dalla sabbia, dal cemento o dalla neve, né dalla radiazione che proviene dai lati.

Indumenti

Gli indumenti in genere offrono un’ottima protezione dai raggi UV.

Le parti del corpo coperte con gli indumenti sono protette costantemente per tutto il giorno.

Una maglietta che copre anche le spalle o un cappello a tesa larga che copre anche fronte, naso, orecchie e nuca offrono una protezione efficace.

Gli occhiali da sole

Un’eccessiva esposizione ai raggi UV non danneggia soltanto la pelle, ma anche gli occhi.

Chi è spesso all’aperto dovrebbe proteggere gli occhi con un paio di occhiali da sole.

Acquistando occhiali da sole è importante verificare la presenza del simbolo CE e della dicitura «100% UV».

Le creme solari

Spray Solare Protezione Viso
13,50.-

Si raccomanda di usare sempre prodotti solari in aggiunta al riparo, all’ombra e all’uso di indumenti.

Usando correttamente prodotti solari che offrono protezione sia dai raggi UVB che UVA, si può ridurre il rischio di sviluppare un cancro della pelle.

Ma attenzione, neanche un prodotto solare con fattore di protezione alto è un lasciapassare per un’esposizione illimitata al sole.


La pelle dei bambini

La pelle dei bambini è più sensibile di quella degli adulti.

Nei primi anni di vita i meccanismi protettivi naturali non sono ancora pienamente sviluppati.

La pelle dei bambini richiede quindi sempre una protezione particolare.

Consigli per i bambini

  • Fino a un anno di età, i bambini non devono essere mai esposti alla luce diretta del sole
  • Preferire l’ombra al sole
  • Evitare l’esposizione dalle ore 11 alle 15
  • Indossare un cappello con protezione della nuca o a tesa larga, maglietta, pantaloni e occhiali da sole
  • Sulle parti scoperte applicare una protezione solare in grado di proteggere dai raggi UVA (simbolo UVA) e UVB (indicazione del fattore di protezione), con un fattore di protezione della categoria alta (fattore di protezione almeno del valore 30).
  • Anche i prodotti solari resistenti all’acqua vanno riapplicati dopo il bagno
  • Proteggere anche labbra, orecchie, naso e dorso del piede

Come insorge il cancro della pelle?

Le nostre cellule contengono il patrimonio genetico (DNA) in cui sono conservate le informazioni necessarie allo sviluppo e al metabolismo di tutte le cellule.

I raggi UV danneggiano il patrimonio genetico.

Entro una certa misura il corpo è in grado di riparare i danni al DNA, ma alcune cellule possono riportare lesioni irreparabili e trasformarsi in cellule tumorali.

Che cos’è il melanoma?

La forma più pericolosa di tumore della pelle è il melanoma perché può formare metastasi.

Il melanoma insorge dalle cellule pigmentate della pelle.

Di per sé le macchie pigmentate (dette anche «nei») sono innocue.

In rari casi una macchia pigmentata può trasformarsi in cancro della pelle.

Ogni anno in Svizzera circa 2500 persone sono colpite da un melanoma e circa 310 muoiono per le conseguenze di questa malattia.


CANCRO DELLA PELLE

Che cos’è il tumore della pelle non melanoma?

Più frequenti ma meno pericolosi dei melanomi sono i cosiddetti «tumori chiari della pelle», come il basalioma (carcinoma basocellulare) e lo spinalioma (carcinoma spinocellulare).

Il numero esatto di persone che in Svizzera si ammalano ogni anno di basalioma o spinalioma non è noto, poiché la maggior parte dei registri dei tumori non raccolgono questo dato.

Si stima che il numero di nuovi casi sia compreso tra 20 000 e 25 000.

Questi tumori spesso sono asportati chirurgicamente dal medico alla prima seduta e non richiedono ulteriori terapie.

Rischio Oltre ai raggi UV

Anche altri fattori possono aumentare il rischio di ammalarsi di melanoma.

Le persone che hanno una o più delle seguenti caratteristiche devono proteggersi dal sole in modo particolarmente efficace e controllare spesso se la propria pelle presenta alterazioni.

Inoltre si dovrebbe concordare col medico l’eventuale necessità di controlli medici regolari della pelle:

  • Più di 100 macchie pigmentate sul corpo
  • Macchie pigmentate di forma e colore irregolari
  • Precedente tumore della pelle
  • Immunosoppressione (le difese naturali dell’organismo [sistema immunitario] sono indebolite a causa di malattia oppure sono soppresse per mezzo di medicamenti, per esempio in seguito a un trapianto di organi)

Controllo della pelle

È importante badare ad alterazioni della pelle e in caso di eventuali mutazioni della pelle recarsi da un medico.

Attualmente non vi sono sufficienti basi scientifiche per raccomandare alle persone che non corrono un rischio elevato di cancro della pelle controlli sistematici di accertamento diagnostico precoce.

Già l’impressione personale che una macchia cutanea sia cambiata è motivo sufficiente per consultare un medico.

Regola dell‘ABCD

La regola dell’ABCD può essere utile per riconoscere le alterazioni della pelle:




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *